Comune di Castel Baronia
 

Antonio Falessi

 
 
DATA PUBBLICAZIONE
13/10/2010
 

Coord. Assessorato Agricoltura Regione Campania

“Le acque una volta arrivate a valle si trasportano e si portano ovunque …”

” E’ una bella giornata, perché conclude una storia, che come tutte quelle che si sviluppano nel tempo, sono fatte di alti e bassi e dè fatta di momenti entusiasmanti ma anche di qualche preoccupazione.
Forse è costato a qualcuno qualche capello bianco, e qualcun altro forse ne ha Persi di capelli per le vicende, ma l’importante che l’opera sia stata portata a compimento.

Si ringrazia la Regione Campania e l’Amministrazione dello Stato che hanno messo a disposizione le necessarie risorse finanziarie per realizzare quest’opera.
Ringrazio il Ministro Zecchino, per l’attenzione che ha sempre voluto dedicare al Consorzio. A volte gli ponevo problema per tentare di dare una dimensione giusta alle attività che si andavano facendo.
E’ un bella giornata che premia il disegno del Consorzio di promuovere uno sviluppo della valle dell’Ufìla, con delle prospettive che non sono sempre rosee all’orizzonte.

Teniamo a battesimo l’opera pubblica che è collegata allo sviluppo generale, socio-economico dell’intera valle dell’Ufita. Le acque una volta arrivate a valle si trasportano e si portano ovunque e, quindi c’è la possibilità di soddisfare le aspettative che gli agricoltori ufitani hanno di poter utilizzare sistemi innovativi per l’irrigazione. L’acqua dove è arrivata ha portato una vera e propria risoluzione.

E’ una prospettiva che diventa oggi una realtà, che premia lo sforzo che l’apparato consortile ha portato avanti con sacrificio e con dedizione, credendo fino in fondo nelle attività di promozione dello sviluppo del comprensorio, soprattutto del settore agricolo. Il Dott. Antonio Falessi. Coodinatore Assessorato Agricoltura Regione Campania, ha guidato il Consorzio di Bonifica delI’Ufita dal 1987 al 1991, nella qualità di Commissario Straordinario incaricato dalla Regione Campania.

Grazie all’impegno e alle notorie capacità professionali e manageriali del Dott. Falessi, il Consorzio durante questo periodo ha potuto: portare a compimento la diga sul T. Macchione le cui opere non potevano essere completati; per carenza delle necessarie risorse finanziarie; realizzare le più importanti opere del comprensorio, tra cui spiccano di infrastrutturazione irrigua del fondovalle Ufita su un’area estesa: 1150 ettari: promuovere attività promozionali e sperimentali in agricoltura (Progetto SOLANIA) operare la trascrizione del comprensorio ed elaborare il piano di classifica necessarie e propedeutiche per consentire la legittima celebrazione delle elezioni consortili e l’insediamento degli Orfani di amministrazione ordinaria, opere realizzate e le attività promosse dal Consorzio attraverso la tenace azione tecnico-amministrativa svolta a tempo dal Dott. Falessi sono oggi patrimonio dell’intero comprensorio ed in particolare degli operatori agricoli della valle dell’Ufita e del Miscano”.